Fillea Cgil Roma e Lazio
Close

Rigenerazione urbana, Fillea Cgil di Roma e Lazio: al lavoro con Teatro Patologico e il Municipio XV per la promozione del Polo Culturale, Sociale e Sanitario

L’Assemblea Generale della Fillea Cgil di Roma e del Lazio, nell’ambito della conferenza organizzativa regionale, ha approvato un importante ordine del giorno che impegna l’Organizzazione a promuovere la costituzione di un polo culturale, sociale e sanitario per il territorio chiedendo al Presidente del Municipio XV, Daniele Torquati, a Roma Capitale, a Città Metropolitana, di attivare il percorso di recupero degli spazi contigui al Teatro Patologico di Roma.

Il Teatro Patologico di Dario D’Ambrosi rappresenta un progetto avanzato nel campo del sostegno sociale alle persone con disabilità mentale e fisica e alle loro famiglie, perché non aiuta solo la persona e la sua famiglia ma la rende parte attiva della comunità in cui vive e integrata nella società.

Il recupero degli spazi a ridosso della struttura che già ospita il Teatro Patologico e il Punto Unico di Accesso, della ASL di Roma 1, si tradurrebbe nel rafforzamento dei servizi sanitari pubblici in un territorio vasto come quello Municipio XV di Roma e nel rispondere rispondere alle esigenze e ai bisogni della cittadinanza, soprattutto le fasce più fragili, a partire dagli anziani, che in molti casi hanno difficoltà a raggiungere quei pochi presidi sanitari presenti nel Municipio, passando per gli adolescenti, con la possibilità di avere supporto dai consultori, ed arrivando alle donne, con un presidio che possa sostenerle nella maternità o ad avere un aiuto con il rafforzamento dei centri anti-violenza. La salute dei cittadini rimane una delle priorità per il bene comune e un polo che accolga chi ha bisogno diventa fondamentale per vivere il territorio.

La creazione del polo potrebbe avere un impatto positivo nell’accrescimento culturale del territorio mettendo a disposizione un luogo in cui le persone, soprattutto i giovani, possano studiare, formarsi, socializzare e svolgere attività creative e ricreative. Uno spazio culturale che diventa uno spazio in cui i cittadini possono trovarsi e creare un tessuto sociale che valorizza il territorio che lo abita e al tempo stesso può diventare un luogo dove creare e fare lavoro, con spazi di coworking.

Come Fillea Cgil di Roma e Lazio siamo convinti che solo attraverso il recupero e la rigenerazione urbana si possa arrivare a trasformare Roma in una città di prossimità, in cui le persone non debbano attraversare interi municipi per trovare una risposta ai loro bisogni e le loro esigenze.

Leggi l’Ordine del Giorno approvato

Related Posts